INFORMAZIONI PERIODICHE

(Ottobre 2015)

Carissimi colleghi, 

vi porto a conoscenza dell'ultima riunione COIR COM LOG  che si é svolta dal 20 al 23 ottobre. Sono state approvate due DELIBERE:  1.Riconoscimento anche ai fini del trattamento pensionistico dei periodi di servizio prestati in particolari condizioni d’impiego riscattabili. 2.Incontro Co.I.R.- Co.Ba.R. presso il Presidio Aeronautico di Padova.

Per quanto riguarda la prima Delibera, ad oggi i periodi di servizio prestati in particolari condizioni d’impiego (volo, campagna, OFCN ecc.), sono riscattabili solo ai fini del trattamento economico di buona uscita e di incremento degli anni di servizio affettivamente prestato. A seguito del passaggio dal sistema previdenziale retributivo a quello contributivo puro, tale istituto mantenendo oggi le attuali caratteristiche rischia di generare per il personale più giovane un risultato negativo. PRESO ATTO: che sussistano già oggi e sussisteranno in futuro ancora maggiori sproporzionate differenze del trattamento pensionistico tra il personale più anziano che ha mantenuto il sistema retributivo sino al 2012, e quello più giovane assoggettato al sistema contributivo; Fino ad oggi per il personale del comparto sicurezza-difesa non è stato mai avviato nessun tipo di previdenza complementare. Sull'argomento il Senatore Lorenzo BATTISTA recentemente ha presentato un atto Sindacato Ispettivo n° 4-04537 nell’ ambito della seduta 509.

La Delibera invita i delegati Co.Ce.R. di far proprio tale questione ed apporre le azioni di propria competenza, visto che in quasi 4 anni di mandato non è stata mai portata una delibera che riguarda il trattamento pensionistico dei FONDI PENSIONE. Il Co.I.R. del Comando Logistico esorta il Co.Ce.R. a prendere le azioni necessarie a fine di richiedere a favore del personale più giovane, assoggettato a decorrere dal 1995 al sistema previdenziale e contributivo, il riconoscimento anche ai fini contributivi per il trattamento pensionistico dei periodi riscattabili per particolari condizioni di impiego. 

La DELIBERA n.°2: tiene conto di una richiesta pervenuta dal Co.Ba.R. presso il Presidio Aeronautico di Padova per un incontro con il personale dei Delegati Coir/Cocer.

IL GIORNO 22.10.2015 abbiamo fatto vista al Gruppo Rifornimenti di Torricola. Durante la riunione riguardante la chiusura, il personale ha manifestato molte perplessità sulle modalità di trasferimento e le procedure adottate dal personale della DIPMA nell’ambito delle attività di desk officer svolto il 22.06.2015, sono emerse richieste di delucidazioni in merito alle dinamiche adottate per gestire il reimpiego del personale. 

Secondo quanto raccontato dai colleghi, a mio avviso il desk officer  deve essere rifatto completamente. Una particolare attenzione è stata posta sulla notizia che il sedime di Torricola diventerà competenza del COMAER e pertanto sono state avviate le attività di studio a fine di organizzare la gestione di tale responsabilità. In merito a questa notizia, il personale coinvolto nei piani di rimpiego è interessato a  sapere se nel prossimo futuro sarà prevista la presenza di un presidio o di conseguenza, se sussistono le attività per alcune categorie di poter permanere nel sedime stesso. Risulta chiaro che tale situazione deve essere chiarita al più presto da parte degli organi coinvolti, COMAER, COMLOG, e DIPMA, a fine di fornire indicazioni chiare e puntuali sui progetti che riguardano tutto il personale, onde evitare allarmismi e false aspettative.

Il sottoscritto dall'inizio del Mandato ha cercato di fare informazione e trasparenza del mio operato, ho trattato diversi argomenti: fondi pensione,  riordino delle carriere, rinnovo del contratto, FESI, riforma Della Rappresentanza Militare. Siamo a fine mandato e nessuno di questi argomenti sono stati risolti. Purtroppo abbiamo i  Co.Ce.R. che non funzionano e questi argomenti vanno in discussione al Co.Ce.R. INTERFORZE visto che sono 63 delegati ben pagati devono dare delle risposte. Mi sorge un dubbio: - vi siete messi d’accordo di non fare lavorare il presidente del Co.Ce.R interforze? 

Mi sembra assurdo che ad’oggi non avete mai dato risposte ai colleghi  e non avete mai tutelato i  legittimi diritti per il personale che soffre da anni ricevendo ingiustizie sociali. Quando andiamo alle riunioni in visita negli enti del COMLOG vedo alcuni colleghi rappresentanti Cocer che partono come dei falchi e poi diventano colombe. Non sono mai riuscito a capire questa doppia personalità ed è una cosa che noto da inizio mandato, non sono mai uguali, si sdoppiano in continuazione, i loro discorsi a secondo della platea, ora è colpa della politica, ora delle altre Sezioni cocer, poi dei mandati precedenti,  addirittura presi a singoli si sputtanano tra di loro, un modo di essere egoistico, una rivalità permanente tra di loro e il resto del mondo. La verità che noto e che percepisco è che  dei problemi della gente non frega niente a nessuno, solo scene, repertori teatrali. Ognuno di loro pensa per sé, alla faccia dell’umanità e dell’umiltà.  In questo clima è facile delineare una regia e farla passare nell'indifferenza. 

Durante le riunioni con i Cobar sento dai Delegati Cocer le solite storielle, non abbiamo soldi, manca la luce, manca la carta, manca la benzina, abbiamo lottato, abbiamo battuto i pugni, ci siamo strappati le vesti. Una sorta di campagna elettorale permanente.  Peccato che a questo gran dire non corrispondono le Delibere. Tutta colpa della politica, il "capro espiatorio" di ogni male del mondo. Prima di dire manca tutto, qualcuno di loro si è  mai chiesto come mai esistono queste mancanze? Chiediamoci come vengono spesi i soldi sui capitoli assegnati prima di accusare la politica che non ci dà quello di cui abbiamo bisogno.  “Il controllore  non viene mai controllato”, ma neanche semplicemente nominato. Se pensiamo che siamo il paese con più ufficiali (controllori) al mondo, come si fa a pensare che il problema restano i  marescialli in esubero?  

Il paradosso all’italiana non finisce mai di stupire. Basti pensare lo sblocco della retribuzione, la vittoria per eccellenza è stata della classe ufficiali che hanno ottenuto un emolumento (sblocco omogenizzazione) che vale più di cinque contratti messi insieme. Per non parlare dell'Indennità Perequativa e di Posizione estesa damblé a tutti a Colonnelli e Generali grazie ad una Sentenza dei Dirigenti del Ministero degli Esteri, nonostante il divieto per legge di "estensione del giudicato". Sull'argomento solo il COCER CARABINIERI ha gridato allo scandalo, fino ad arrivare a sfiduciare il Presidente Cocer Interforze  autore dell'estensione in qualità di Capo della DIPMA. E le altre Sezioni Cocer? Mutismo e rassegnazione si diceva una volta. 

Anche sul caso del Delegato Cocer Esercito Girolamo Foti punito non hanno avuto il coraggio di dire una parola. Anche qui solo il Cocer Carabinieri si è espresso in suo favore. Ebbene, cari Delegati Cocer AM quello che non avete detto voi lo dico io.

Carissimo Mirco (Girolamo Foti),

continua così, fai rispettare i tuoi ideali e i tuoi principi perché sei l’unico in questa baraonda del Co.Ce.R.  interforze che ci mette faccia e coraggio. Non sei come tantissimi altri che curano solo l’immagine con selfie e ipocrisie sui Marò. Non sei solo, siamo in tanti a pensare che la tua causa sia giusta. 

Concludo questo articolo parlando di un carissimo collega, scomparso pochissimi giorni fa EMILIO AMMIRAGLIA. Personalmente per me è stato un  grandissimo uomo, un insegnamento di vita nella lotta dei diritti, compreso e soprattutto per i  militari.  E' stato un esempio da seguire per la sua semplicità, umanità e una grandissima sensibilità, sempre disponibile e in lotta per chi era senza voce. Rigoroso e grande lavoratore ha sempre visto lungo e prima degli altri.  Mi sento onorato di averlo conosciuto, sono passati 20 anni da quando sono divenuto socio di Assodipro con la sezione Novara.  e per me  è stato un grande prestigio averti avuto come presidente dell’ associazione perché mi hai insegnato molti valori voglio ricordare qualche episodio simpatico. Mi ricordo circa 15 anni fa, ero un ragazzino, mi dicesti : "..o’ ma voi di Novara siete terribili! E gli risposi: noi abbiamo tantissimi casi,  dopo le 16,30 vado in associazione, fuori la porta c'è sempre qualche collega in cerca di aiuto e in continuazione passavano carabinieri e Sios.." e tu mi dicesti: "..Lello, stai facendo del bene, hai la coscienza pulita non fermarti, vai avanti così! Ricordo quando denunciai l’aeronautica per mobbing 7 anni di combattimenti spietati con l’associazione di NOVARA eri sempre in contatto e disponibile per sapere come andava avanti il problema. Ricordo nel 2001 quando partimmo da Novara   con il treno per sfilare con bandiere e striscioni. Per non parlare dei Convegni ed altre manifestazioni. E pensare che quando ho iniziato avevo appena venti anni e ho avuto la fortuna di incontrare sulla mia strada i miei simili a Cameri, gente che ha fatto la storia per i diritte delle forze armate.  Carissimo amico mio, l’Associazione perde un "cavallo di razza", una persona squisita, ma non perde i tuoi insegnamenti i tuoi valori. Assodirpo andrà avanti non si fermerà mai, saremo sempre più forti per portare avanti un tuo sogno di libertà. L'ultimo tuo pensiero lungimirante sarà quello decisivo, con il ricorso alla corte Europea il SINDACATO è alle porte. Da una vita cerchiamo fortemente dichiarandolo apertamente in qualunque convegno che facciamo e in qualunque corteo in cui partecipiamo. Carissimo Emilio, io credo molto nella vita eterna e so che esiste un’altra vita e tu sarai sempre con noi.

  

 Con affetto

 Aniello VOLO 

25 ottobre 2015 

PER GLI ALTRI SCRITTI DI VOLO

 Prima o poi anche noi butteremo il muro giù dell’omertà  

 Pink Floyd 1979 Hey  you

Hey tu! Là fuori al freddo, 
sei solo, stai invecchiando 
riesci a sentirmi? 
hey tu! Che stai nel passaggio 
con i piedi stanchi e un sorriso che si spegne, 
riesci a sentirmi? 
hey tu! Non aiutarli a sotterrare la luce, 
non arrenderti senza lottare 
hey tu! Là fuori da solo, 
seduto nudo vicino al telefono 
vorresti toccarmi? 
hey tu! Con le orecchie al muro 
aspetti che qualcuno chiami 
vorresti toccarmi? 
hey tu! Mi aiuteresti a portare questo masso? 
apri il tuo cuore, sto tornando a casa 
ma era solo fantasia 
il muro era troppo altro, come puoi vedere 
non ha importanza quanto ci avesse provato, 
non è riuscito a liberarsi 
e i vermi rosicchiavano la sua mente. 
hey tu! Là fuori nella strada, 
che fai sempre quello che ti viene detto, 
puoi aiutarmi? 
hey tu! Là fuori dietro il muro 
che rompi bottiglie nel vicolo, 
puoi aiutarmi? 
hey tu! Non dirmi che non cè più alcuna speranza, 
insieme resisteremo, divisi cadremo.

 

 

VOLO ANIELLO. FINANZIARIA 2016, ATTENZIONE A RITORNELLI "SALVA CASTA"Un Cocer vergognoso, quattro anni di latitanza